Serious Game

Cosa sono?

I serious game – letteralmente “giochi seri” – sono simulazioni virtuali interattive dotate di un obiettivo ben strutturato in cui gli aspetti seri e quelli ludici si trovano in equilibrio.

I Serious game sono un nuovo modo di fare scuola, poiché propongono e realizzano un metodo innovativo di insegnamento e di apprendimento in riferimento sia ai contenuti curriculari sia alle «abilità per la vita».

Essi promuovono a pieno diritto l’ingresso nella scuola del mondo del digitale non solo a fini informativi (la classica ricerca su internet) e comunicativi (la diffusione di notizie concernenti la propria sede scolastica) ma soprattutto a fini formativi.

In particolare, i Serious Games sono improntati a un’attività educativa centrata sull’allievo più che sul docente. Lo studente diventa protagonista attivo nel processo di apprendimento e di formazione, poiché nella realizzazione di un Serious Game si trova a dover svolgere (da solo o in piccolo gruppo con alcuni compagni) i compiti e a superare gli ostacoli di volta in volta proposti. Tale attivazione, che implica altresì un forte coinvolgimento emotivo, favorisce in modo rilevante i processi di apprendimento e di ritenzione mnemonica.

Con i Serious Games siamo quindi in presenza di una mente «produttiva» anziché semplicemente «riproduttiva».


Benefici

La stretta connessione fra Serious game e simulazione contribuisce a spiegare la loro efficacia in termini di apprendimento, poiché risponde ai requisiti della mente umana che è tipicamente simulativa.

Se imparare significa rappresentare mentalmente lo stato delle cose, allora i Serious game costituiscono un percorso preferenziale per raggiungere questo traguardo, dato che consentono un’immersione virtuale profonda negli argomenti trattati.

I principali benefici in breve:

  • Possono essere sviluppati in maniera molto flessibile e sono quindi estremamente adattabili al contesto all’interno del quale verranno utilizzati;

  • Consentono un attivo coinvolgimento del fruitore che pertanto diventa protagonista dell’esperienza formativa;

  • Permettono di veicolare contenuti che, attraverso la formazione classica, risulterebbero molto più difficoltosi (e noiosi) da apprendere;

  • Stimolano la riflessione e l’interiorizzazione di cambiamenti che solo attraverso l’esperienza diretta possono trovare radicale modificazione;

Forniscono la possibilità di ricreare un ambiente protetto nel quale il fruitore ha la possibilità di mettersi in gioco senza aver paura di sbagliare ma anzi può imparare dai propri errori per non commetterne nella vita reale.


Il nostro metodo

Apprendimento come traguardo

La dimensione simulativa dei serious games, fa sì che questi strumenti consentano all’utente che apprende di fare delle esperienze, cioè di rappresentare in concreto ciò che conosciamo a livello teorico (Mantovani, 2001).

Gli aspetti simulativi permettono di entrare in contatto con le conoscenze attraverso i propri sensi, il proprio corpo, e non solo a livello astratto. Più nello specifico, sono in grado di catturare le nostre risorse attentive e concentrarle sul compito che stiamo eseguendo (Fox et al., 2001; Anderson & Phelps, 2001).

Inoltre, le emozioni positive in concomitanza di un processo di apprendimento esercitano un’azione di potenziamento della memoria, sia per quantità che per qualità, rendendo il ricordo più definito e persistente nel tempo (Bernsten 2002; Schooler & Eich 2000).

Divertimento come strumento

I Serious game sono in grado di assicurare prestazioni nettamente migliori, poiché si fondano sul gioco.

La nostra specie, in quanto “Homo ludens”, fin dagli albori della sua evoluzione ha privilegiato il gioco come un’attività elettiva per imparare. Questo avveniva con i nostri antenati. Questo avviene con i bambini di oggi. Tale processo è ripreso e fortemente sostenuto dai Serious Games, poiché, in quanto giochi, superano la dicotomia classica fra dovere e piacere.

Anzi, rendono gradevole il dovere attraverso il piacere. Si impara giocando e si gioca imparando.

Accessibilità come obiettivo

L’accessibilità tema importantissimo all’interno della scuola è nostro obiettivo primario. Grazie alla flessibilità e adattabilità di cui i serious game sono composti, la creazione di esperienze sempre più accessibili e inclusive è parte della nostra mission. Per fare questo ci avvaliamo non solo dell’aiuto di esperti in questo settore ma implementiamo in tutti i giochi strumenti e metodologie come:

  • Font semplificati e composizione del testo per dislessici

  • Visualizzazione grafica di numeri e concetti

  • Sintesi vocali

  • Modalità ad alto contrasto e feedback visivi e sonori